Gelsomino rampicante



Gelsomino rampicante

Diffuso in tutta Italia ad eccezione delle zone di montagna più alta, il gelsomino rampicante è una delle più belle piante rampicanti sempreverdi. Ha un bel fogliame verde scuro lucido e produce una grande quantità di fiori bianchi fortemente profumati da giugno a inizio settembre.

Il nome botanico è Trachelospermum jasminoides, ma è conosciuto anche come Rhyncospermum jasminoides. Viene anche chiamato comunemente falso gelsomino per la somiglianza dei fiori con quelli del gelsomino, anche se tra le due specie non vi è alcuna affinità.

Il gelsomino rampicante è una pianta sempreverde, cioè che non perde le foglie durante l’inverno. Può quindi essere utilizzato per formare siepi schermanti tutto l’anno.

Ha una struttura agile e leggera. I rami, sotto forma di lunghi tralci, sono sottili e lunghi fino a 10 metri. Non sono in grado di sostenersi da soli, ma hanno bisogno di un sostegno come una ringhiera, un muro, una parete di un fabbricato, un arco o un pergolato.

E’ adatto ai giardini di piccola dimensione. Il glicine rampicante forma siepi larghe 30-40 cm, quasi la metà dello spazio necessario alle tradizionali piante da siepe come la photinia e il leylandii.

E’ attraente tutto l’anno. Le foglie ovali, coriacee, lucide e persistenti, di colore verde scuro, coprono interamente la pianta. Nel periodo invernale possono assumere sfumature bronzee, mentre a primavera il nuovo fogliame è verde chiaro.

Fiorisce copiosamente a fine primavera. Dal mese di maggio le piante di gelsomino rampicante si coprono interamente di piccoli e profumati fiori bianchi a forma di stella. La fioritura dura un paio di mesi, ma il gelsomino rampicante rifiorisce a più riprese , seppure in forma minore, per tutta l’estate. I fiori rilasciano la loro flagranza in tutto l’ambiente circostante specialmente dopo il tramonto e nelle nottate più calde.

siepe di gelsomino rampicante

La rapida crescita garantisce una veloce copertura di ringhiere, reti e pareti dove può estendersi anche fino a 12 metri di altezza e 10 metri di larghezza.

Come coltivare il Gelsomino rampicante

Il gelsomino rampicante è una pianta mediterranea che ha bisogno di luce. Se esposto a pieno sole darà il meglio di sé con una fioritura copiosa e prolungata. Può vivere tranquillamente anche a mezz’ombra o in luoghi di ombra completa con fioritura però meno abbondante.

Tollera le temperature estreme come il caldo torrido e il gelo. E’ resistente fino a -10°C anche se nelle località di montagna e nelle zone esposte a venti gelidi è opportuno coltivarlo al riparo di un muro.

 

Sopporta bene le raffiche di vento e la vicinanza del mare dove l’aria carica di salmastro può non essere gradita a molte varietà di arbusti. Nelle località di montagna si consiglia la coltivazione a ridosso di un muro esposto a ovest o a sud che protegga la pianta dai venti freddi dominanti. Le forti nevicate solitamente non danneggiano la pianta di gelsomino rampicante che sopporta il peso della neve accumulata grazie alla flessibilità dei rami.

Vive anche nei terreni poveri. In questi suoli sarà opportuno concimare almeno due volte l’anno con un ottimo concime granulare universale a lenta cessione. I momenti migliori sono a fine inverno e nel mese di ottobre.

 

Il momento ideale per la potatura è subito dopo la fioritura o nel periodo autunnale. Non occorrono grossi mezzi, bastano delle forbici da potatura con le quali si tagliano i tralci disordinati.

Come formare una siepe di Gelsomino rampicante

Il Gelsomino rampicante è uno degli arbusti più utilizzati per la formazione di siepi folte e impenetrabili in grado di garantire riservatezza e ridurre i rumori dell’ambiente circostante. La distanza di piantagione consigliata è di 80-100 cm. Chiaramente se piantiamo ogni 80 cm la siepe sarà più folta e si chiuderà più velocemente. Se collochiamo una pianta al metro la nostra siepe sarà sempre folta ma occorrerà più tempo per renderla impenetrabile agli sguardi dei vicini.

Una volta inserite le piante di gelsomino rampicante in buche larghe e profonde 40 cm, stendiamo i rami lungo il sostegno e li leghiamo con dei nastri, meglio se di materiale ecologico. I tralci che si formano negli anni successivi si ancoreranno da soli al sostegno.

Gelsomino rampicante in vaso sul balcone

Il gelsomino rampicante vive bene in ampi basi sui balconi e terrazzi. Un contenitore profondo almeno 40 cm è ideale per ottenere piante sane e vigorose. Occorre innaffiare regolarmente in modo che l’acqua bagni tutto il terriccio, ma senza lasciare ristagnare l’acqua nel sottovaso. I ristagni idrici sono pericolosi perché indeboliscono l’apparato radicale e rendono la pianta più esposta ad attacchi di parassiti o ad essere colpita da muffe e funghi.

 

Le piante di cui abbiamo parlato in questo articolo:

Articoli simili

Ligustro una pianta dalle molteplici caratteristiche

Ligustro una pianta dalle molteplici caratteristiche

Quale ligustro per la mia siepe?  Vuoi realizzare una siepe folta che renda riservato il...
Leggi di più

Come piantare una siepe

Le siepi sono la prima forma di ornamento del giardino. Scopriamo come mettere a dimora le piante...
Leggi di più
Pianta da siepe in vaso

Pianta da siepe in vaso

Come scegliere le piante più adatte per realizzare una splendida siepe in vaso sul...
Leggi di più

Frutti di bosco gustosi e salutari

Un tempo solamente premio di salutari passeggiate nei prati di montagna, oggi i frutti di bosco...
Leggi di più
Siepe con fiori bianchi

Siepe con fiori bianchi

Se desideri una recinzione che assicuri protezione, delimiti la propietà e allo stesso...
Leggi di più
Forsizia: un’esplosione di giallo in giardino

Forsizia: un’esplosione di giallo in giardino

Pianta da fiore unica nel suo genere, la Forsizia dona un aspetto elegante e gioioso al giardino....
Leggi di più
Alberi da giardino da ombra: le 10 migliori piante

Alberi da giardino da ombra: le 10 migliori piante

Molto diversi per forma, dimensione e colore delle foglie gli alberi da giardino da ombra...
Leggi di più
Piante Tappezzanti

Piante Tappezzanti

Utili per delimitare marciapiedi, per recingere aiuole o per consolidare scarpate, le piante...
Leggi di più