Bignonia una bellissima pianta rampicante



Bignonia una bellissima pianta rampicante

La Bignonia si caratterizza per la sua robustezza e per il lungo periodo di fioritura che dura tutta l'estate. Ideale per rivestire un muro, donerà un tocco di allegria al giardino grazie ai suoi fiori a trombetta.

Le foglie piccole, leggermente dentate e di colore verde scuro, nel periodo autunnale si tingono di arancio prima di cadere. Fiorisce da luglio a settembre quando produce ininterrottamente grossi fiori arancioni a forma di trombetta.

Bignonia: un'esplosione di fiori in giardino!

Molto rustica la bignonia non richiede cure particolari. Sopporta il freddo, anche rigido, può essere esposta in pieno sole o in mezz'ombra, vive in tutti i terreni, anche in prossimità del mare. Ha una rapida  crescita, anche 60-90 cm l’anno e in breve tempo forma splendide recinzioni, archi, pergolati o macchie colorate.

 

COME SI PIANTA

1. Scavare una buca larga e profonda 40 cm ca.

2. Se piantiamo più bignonie calcoliamo una distanza tra una pianta e l’altra di 1 metro

3. Riempire parzialmente con una miscela di terra, terriccio universale da giardino di ottima qualità e concime organico a lenta cessione

4. Inserire la pianta avendo cura che la zolla sia ricoperta da un paio di centimetri di terra.

  • 5. Riempire del tutto la buca con la miscela necessaria, effettuando una leggera pressione tutto intorno alla pianta in modo da compattare il terreno e non lasciare vuoti.

    6. Legare i rami ad una struttura di sostegno, sia essa una canna, una rete, una ringhiera o un muro. In seguito la Bignonia si aggrapperà da sola al sostegno in quanto è munita di radici avventizie simili a ventose.

    7. Innaffiare, soprattutto nei mesi caldi, per compattare il terreno.

  •  
Bignonia in piena fioritura
I caratteristici fiori a trombetta

 

CURA NEGLI ANNI SUCCESSIVI

I fiori si svilupperanno solo sulla nuova vegetazione e non sui rami vecchi, nemmeno su quelli dell’anno precedente. Per ottenere una maggiore vegetazione e quindi un'abbondante fioritura è necessario potare tutti gli anni.

QUANDO POTARE: la potatura va effettuata in autunno o a febbraio/marzo, comunque prima della ripresa vegetativa. In alternativa potremo potare subito dopo la fioritura.

COME POTARE: vanno eliminate tutti i rami vecchi, quelli malati e quelli danneggiati dalle condizioni atmosferiche avverse. Vanno potate anche tutte le ramificazioni più vigorose contenendole in larghezza e altezza a seconda delle necessità. I rami dell’anno precedente vanno tagliati poco sopra l’intersezione, lasciando 2 o 3 gemme: in questo modo si stimola la produzione di nuovi germogli, sui quali avverrà la fioritura.

COME SI PIANTA

1. Scavare una buca larga e profonda 40 cm ca.

2. Se piantiamo più bignonie calcoliamo una distanza tra una pianta e l’altra di 1 metro

3. Riempire parzialmente con una miscela di terra, terriccio universale da giardino di ottima qualità e concime organico a lenta cessione

4. Inserire la pianta avendo cura che la zolla sia ricoperta da un paio di centimetri di terra.

  • 5. Riempire del tutto la buca con la miscela necessaria, effettuando una leggera pressione tutto intorno alla pianta in modo da compattare il terreno e non lasciare vuoti.

    6. Legare i rami ad una struttura di sostegno, sia essa una canna, una rete, una ringhiera o un muro. In seguito la Bignonia si aggrapperà da sola al sostegno in quanto è munita di radici avventizie simili a ventose.

    7. Innaffiare, soprattutto nei mesi caldi, per compattare il terreno.

 

IRRIGAZIONE E CONCIMAZIONE

Pianta rustica la bignonia necessità solo di poche innaffiature costanti in primavera e in estate e solo in periodi di siccità, mai in inverno. Per ottenere una migliore fioritura si consiglia di somministare del concime universale a lenta cessione nel mese di aprile, secondo le dosi riportate sulla confezione.

 

  • Nel periodo più caldo dell’estate ristoriamo lo sguardo con la folta macchia verde scura ravvivata dai numerosi fiori rosso-arancio della Bignonia!.
  •  

 


Le piante di cui abbiamo parlato in questo articolo:

Articoli simili

Piante da siepe basse: scegli la più bella

Piante da siepe basse: scegli la più bella

Sei interessato alle piante per siepi basse? Scopri 10 arbusti ideali per realizzare una bordura....
Leggi di più
Glicine in vaso: come coltivarlo

Glicine in vaso: come coltivarlo

Un glicine in vaso che colora una ringhiera o una facciata di un’abitazione è il...
Leggi di più
Vite Americana

Vite Americana

La Vite americana è uno dei rampicanti più utilizzati per coprire pareti di casa,...
Leggi di più
Glicine viola

Glicine viola

Pianta rampicante spettacolare il glicine viola ci regala una magnifica cascata di fiori...
Leggi di più
Piante da siepe alta: come scegliere le più belle

Piante da siepe alta: come scegliere le più belle

CUPRESSOCYPARIS LEYLANDII Un vero must, adatto per creare siepi alte anche fino a 6-8 metri. Il...
Leggi di più
CORDYLINE AUSTRALIS: SCOPRI COME COLTIVARLA!

CORDYLINE AUSTRALIS: SCOPRI COME COLTIVARLA!

La cordyline australis è una pianta esotica molto ornamentale, che abbellisce e decora...
Leggi di più
SIEPI DA GIARDINO: SCEGLI LA MIGLIORE!

SIEPI DA GIARDINO: SCEGLI LA MIGLIORE!

Le siepi da giardino abbelliscono e rendono riservato il nostro spazio verde. Abbiamo selezionato...
Leggi di più
CIPRESSO TOSCANO, COME SI COLTIVA

CIPRESSO TOSCANO, COME SI COLTIVA

Messa a dimora: La messa a dimora può essere effettuata durante tutto l'anno, senza alcun...
Leggi di più